Qual è il parquet adatto per l’ufficio? Consigli e idee

11
views

Il parquet non è solo un’ottima soluzione per casa propria, può essere usato anche in altri ambienti come gli uffici, i negozi e le attività commerciali in generale. Ci sono, però, dei piccoli accorgimenti di cui tenere conto e qualche trucchetto per rendere la propria pavimentazione maggiormente resistente al calpestio quotidiano di un gran numero di persone. In questo articolo vedremo qualche consiglio utile per installare il parquet nel proprio ufficio, evitando di scegliere essenze poco resistenti o optando direttamente per il finto parquet.

Il parquet per l’ufficio

L’ambiente del proprio ufficio deve essere il più comodo possibile. Quando dobbiamo passare molto tempo all’interno di una stessa stanza dobbiamo fare in modo che sia accogliente, piacevole e che crei quella giusta atmosfera rilassata adatta per lavorare.

Il parquet può venirci incontro soddisfacendo tutte queste esigenze e donando anche un bellissimo tocco estetico allo spazio.

A questo punto, però, dobbiamo fare una distinzione e valutare quale parquet scegliere in base a due fattori ben distinti. Dobbiamo vedere se il nostro ufficio sarà dentro casa (come nel caso dei liberi professionisti) oppure se sarà in uno spazio esterno più calpestato.

Il parquet per ufficio in casa

In questo caso scegliere un parquet è molto meno problematico perchè possiamo optare per essenze utilizzate comunemente in casa, senza rischiare che si rovini dopo poco. Quindi, in questa circostanza, non abbiamo grandi difficoltà a trovare il parquet, basta che sia in linea con lo stile dell’ufficio e con i nostri gusti personali. Molto dipende dal numero di clienti giornalieri ma se siamo in casa nostra utilizzeremo maggiormente il nostro ufficio per lavorare in solitaria, quindi non ci dovrebbero essere grandi problemi.

Il parquet per ufficio esterno

Se desideriamo un parquet per un ufficio esterno a casa nostra probabilmente le nostre esigenze saranno diverse. L’ambiente sarà maggiormente calpestato e quindi avremo bisogno di qualcosa di più resistente. Per quanto riguarda i parquet in legno vero e proprio possiamo optare per essenze molto resistenti, come il rovere ,l’afromosia, il doussiè, il merbau ed il wengè. In abbinato a questi legni molto duri dobbiamo anche fare qualche trattamento per incrementare ulteriormente la resistenza del legno. Per questo possiamo applicare delle vernici e affidarci a un professionista per ricevere consigli utili.

Merbau
Wengè

Se, invece, riteniamo che il parquet non sia adeguato (magari per via di una particolare umidità o di un ufficio davvero molto trafficato, come può essere quello riservato alle informazioni turistiche in una grande città) possiamo trovare soluzioni alternative senza dover rinunciare all’aspetto del legno. Possiamo optare per vari sostituti come il laminato, il gres porcellanato o il parquet vinilico. Vediamo in cosa consistono.

Laminato

Consiste in tavole di fibre di legno e resine, ricoperte di uno strato adesivo che serve per imitare l’estetica del legno. Quando lo si compra, però, bisogna fare molta attenzione alla classe di resistenza che si sceglie. Per un ufficio, ad esempio, sono indicate quelle ad alta resistenza, ideate apposta per essere molto calpestate come la classe AC4 o AC5 per pavimenti commerciali. Se decidiamo di acquistarlo di una classe inferiore rischiamo che delle tavole si spezzino non riuscendo a reggere tutto il peso quotidiano.

Gres porcellanato

Si tratta di mattonelle in gres, un materiale ceramico, con effetto legno. Sono molto pratiche in ambienti umidi perché non si rovinano e sono anche notevolmente resistenti. Imitano perfettamente il legno e rendersi conto della differenza è quasi impossibile.

Parquet vinilico

Tra le soluzioni che imitano il parquet è sicuramente la più funzionale, anche nel caso degli uffici. Il parquet vinilico è realizzato in PVC, un materiale plastico altamente resistente utilizzato per moltissimi impieghi (molto famosi sono gli infissi come porte e finestre). E’ impermeabile, molto resistente e facilissimo da pulire. Inoltre è anche ecocompatibile e non richiede particolari trattamenti.

Tutte queste tre soluzioni hanno un prezzo mediamente più basso del classico parquet e possono essere utilizzate al posto di esso per ambienti fortemente calpestati, come nel caso degli uffici. L’effetto estetico sarà il medesimo senza il problema della manutenzione e della cura a cui il parquet in legno è soggetto.