Parquet noce: tipi, foto e tutto ciò che c’è da sapere

166
views

Ci sono essenze più utilizzate di altre e il noce è una di queste. Molto amato per le sue caratteristiche e per il fatto di essere un legno pregiato, è una tra le essenze più scelte per costruire il proprio parquet. Inoltre ne esistono diverse specie, che differiscono per colore, sfumature e caratteristiche. In questo articolo analizzeremo il noce sotto tutti i punti di vista più importanti per saperne di più e per aiutarvi nella scelta dell’essenza da utilizzare a casa vostra. Scopriremo di più sull’albero, sulle caratteristiche tecniche del legno e sui diversi tipi che esistono, concentrandoci sulla differenza tra il noce americano e il noce nazionale.

L’albero di noce: origini e caratteristiche

Il noce dall’antichità fino a oggi

Il noce è uno degli alberi più antichi di cui si hanno notizie. Da sempre è utilizzato come albero da frutto e da coltivazione, fin dai tempi più remoti ha nutrito intere popolazioni con i suoi frutti. Il suo nome, in botanica, è Juglans Regia e fa parte della famiglia delle Juglandaceae che comprende una sessantina di alberi diversi. La provenienza del noce è incerta, ma si hanno prove scientifiche a favore del fatto che questo albero da frutto esistesse già 9.000 anni fa, prima della glaciazione. A seguito del grande gelo l’albero si è modificato e sono cambiate le zone in cui prospera; precedentemente lo si poteva trovare in Europa, in America e in Asia.

Oggi il noce è presente, nel suo stato naturale, nella penisola Balcanica e nell’Asia meridionale. E’ stato reintrodotto in Europa intorno al 700 a.C e in America in tempi successivi, a partire dal XVII secolo per opera dei coloni inglesi. In anni più recenti è stato introdotto anche in Nuova Zelanda e in Australia.

Una delle sue particolarità è che è abbastanza raro da trovare in natura con crescita spontanea; la maggior parte degli alberi di noce sono da coltivazione, utilizzati sia per la frutta sia per il legno. Crescono spontaneamente in zone limitate, come nelle montagne dell’Uzbekistan.

Le caratteristiche dell’albero

Il noce è un albero maestoso che può raggiungere un’altezza di 20-25 metri e ha una vita molto lunga, può vivere tranquillamente più di un secolo. L’albero è caducifoglia (perde le foglie in autunno) e latifoglia, cioè presenta foglie molto grandi indipendentemente dalla forma che possono avere. Il loro colore è verde chiaro e la chioma può arrivare a essere molto fitta. Il tronco dell’albero è solido e dritto. Nei primi anni di vita la sua colorazione è grigio cenere e con il passare del tempo diventa più scura e rugosa. Il diametro può arrivare fino al metro. Una particolarità del noce è che è un albero solitario, intorno a lui non crescono altre piante. Questo succede perché il tronco, le foglie e le radici possiedono una sostanza tossica per tutte le altre piante.

Il legno di noce: le diverse tipologie e le caratteristiche

Esistono tipi diversi di noce impiegati per la costruzione di parquet e pavimentazioni. Tra i più famosi abbiamo il noce americano (conosciuto anche come noce canaletto) e quello europeo (conosciuto con il nome di noce nazionale).

A livello generale il noce si presta bene alla lavorazione, non è difficile da levigare e da rifinire. Per questo motivo è da sempre utilizzato sia per il parquet sia per la costruzione di elementi di arredo.

Il suo colore molto scuro, con venature aranciate e mielate, lo rende perfetto per ambienti classici o moderni. Essendo un legno sobrio ed elegante si adatta perfettamente ai più disparati stili di arredamento. La grande varietà di alberi e di provenienze la si vede principalmente dal colore e dalle caratteristiche tecniche come durezza e solidità, che variano in base al tipo di pianta. Ora analizzeremo i due differenti tipi di noce che normalmente si possono reperire in commercio.

Noce europeo (o noce nazionale)

E’ un’essenza dai toni molto variegati, ricca di venature e sfumature che lo rendono al contempo elegante e particolare. Il noce europeo, conosciuto dai più come noce nazionale, è uno dei legni più utilizzati per costruire il parquet. Una sorta di intramontabile scelto da chi predilige la sobrietà con un tocco di fantasia. Le sue sfumature, infatti, possono raggiungere colori molto variabili. Si può passare dal verdognolo al nero, senza che due listoni siano mai omogenei.

Anche l’albero, rispetto al fratello americano, presenta alcune differenze. La più spiccata riguarda l’altezza: quello europeo può tranquillamente superare i 30 metri. Il noce europeo è caratterizzato da una durezza media e anche da una stabilità media. Non si deforma particolarmente con l’umidità e non patisce più di tanto gli sbalzi termici. Le sue caratteristiche tecniche quindi, sono buone e consentono al noce di essere impiegato praticamente ovunque.

Noce americano (o noce canaletto)

Sconosciuto in precedenza, si è affermato negli ultimi anni come alternativa al noce nazionale. Rispetto a quello europeo è più omogeneo e presenta un colore differente. Le tavole, infatti, sono di colore bruno intenso, privo di venature verdognole o di parti più chiare. Una scelta per chi preferisce un pavimento pulito e lineare, privo di particolarità ma comunque pregiato.

Da un punto di vista tecnico il noce americano ha una durezza media, dato che lo rende adatto a tutti gli ambienti salvo la cucina. La caduta di oggetti pesanti potrebbe, infatti, danneggiarne irrimediabilmente l’estetica. Per quanto riguarda la stabilità (cioè la capacità di adattarsi a sbalzi di temperatura e di umidità senza deformarsi o rovinarsi) è anch’essa media. Non presenta grandi problemi e per questo può essere impiegato ovunque.

Prezzi del noce

Il noce è un legno pregiato, dalla coltivazione non semplicissima perchè richiede molto spazio. Per questo il suo prezzo è abbastanza elevato. Nel caso del noce europeo la spesa si aggira introno ai 30-40 euro al metro quadro nel caso del parquet in legno massello. Il prezzo si abbassa se decidiamo di acquistare un prefinito.

Per il noce canaletto il prezzo è simile al noce europeo, solitamente non ci sono grandi differenze. Sono ambedue pregiati e differiscono principalmente solo per l’estetica.