Parquet pregiati: quali sono? I pavimenti in legno più pregiati, foto e caratteristiche

23
views

Alcuni parquet sono migliori di altri perchè il legno utilizzato è maggiormente pregiato. Ogni tipologia, infatti, ha le sue caratteristiche peculiari e alcuni, per lavorazione, prezzo, risultato visivo e specifiche tecniche, sono più lussuosi.

Questo non significa che non si possano ottenere ottimi risultati anche con legni meno costosi ma alcune differenze si possono riscontrare.

Parquet pregiati: tipologie ed essenze

Parlando di pregio, la tipologia più lussuosa è sicuramente il parquet tradizionale. Questo perchè è costituito interamente da legno nobile, qualunque esso sia, senza strati di legno povero o con strati di fibre di legno e resine.

Se decidiamo di voler utilizzare un parquet pregiato quasi sicuramente opteremo per questa categoria. Attenzione però, pregiato non significa obbligatoriamente migliore o più pratico. Il prefinito, infatti, pur essendo meno lussuoso comporta comunque dei notevoli vantaggi, soprattutto per quanto riguarda il tempo di posa.

Molto dipende anche dal tipo di legno che decidiamo di utilizzare. Tra i più pregiati europei, ad esempio, abbiamo:

La quercia

Il legno di quercia è facilmente lavorabile, pur essendo pesante e molto durevole nel tempo. E’ ottimo per gli elementi di arredamento interni e oltre al parquet sono davvero pregiati anche i mobili che utilizzano questo legno. Il suo unico difetto è quello di essere soggetto agli attacchi di insetti ma, nonostante questo, rimane uno dei tipi più pregiati di legno.

Il noce

Il legno di noce è semiduro, anch’esso facile da lavorare. E’ durevole nel tempo ed estremamente modellabile. Ha un grande impatto estetico per via del suo colore scuro e delle venature che possono arrivare ad essere quasi nere.

L’olmo

Viene impiegato per la costruzione di mobili, strumenti musicali e, ovviamente, parquet. Possiede delle ottime caratteristiche che lo rendono resistente al tempo e all’usura. E’ praticamente impossibile da rompere perchè è un legno estremamente duro. Di olmo ne esistono tre varianti: olmo campestre, olmo montano e olmo ciliato che differiscono principalmente per il colore.

Il ciliegio

Esiste nella variante europea e in quella americana, ma l’europeo è più pregiato e costoso. Il primo è di colore molto scuro, e viene infatti chiamato “black cherry” mentre il secondo è notevolmente molto più chiaro. E’ un ottimo legno, impiegato per diversi tipi di costruzione. Per quanto riguarda il parquet tende ad essere molto resistente, non si rompe quasi mai ma non è molto stabile (quindi patisce i cambiamenti climatici e le sollecitazioni dell’umidità).

Il castagno

E’ un legno molto resistente, ideale anche per la costruzione di strutture a contatto con l’acqua. Non a caso è utilizzato anche per le barche e le botti. Rispetto ad altre essenze necessita di meno cure perchè produce da sè il tannino, una sostanza naturale che lo protegge dagli funghi e batteri, e aiuta a renderlo molto resistente.

E tra i più pregiati provenienti da altre parti del mondo abbiamo:

L’ebano, dal suo tipico colore scuro, è tra le essenze più pregiate al mondo. Più è scuro e più vale. Una particolarità di questo legno è che non galleggia, perchè il suo peso è maggiore di quello dell’acqua.

Legno di ebano

Il palissandro, di origine indiana, che crea meravigliose pavimentazioni con il solo difetto che, purtroppo, non è molto resistente e durevole nel tempo.

Legno di palissandro

Il mogano, originario dell’America tropicale, un legno indeformabile molto pregiato ma difficile da lucidare.

Legno di mogano

Il teak indocinese, molto resistente anche all’acqua, utilizzato oltre che per i pavimenti interni anche per la costruzione di barche e di pavimentazione per esterni.

Legno di teak

In conclusione, se desideriamo un parquet davvero di lusso, possiamo scegliere tra queste essenze ognuna con i propri punti di forza e di debolezza.