Parquet versailles: caratteristiche, foto, esempi

11
views

Non tutti lo conoscono, ma il parquet versailles è davvero una piccola meraviglia che è possibile avere a casa propria. Avete presente la reggia francese, voluta da Luigi XIV per allontanarsi dalla caotica Parigi del suo tempo? Ecco, questo tipo di pavimento prende il nome proprio da quella grandiosa struttura architettonica che ancora oggi lascia a bocca aperta migliaia di persone. All’interno di questo articolo cercheremo di capire cos’è il parquet versailles, perché ha questo nome e quali sono le sue caratteristiche principali.

Qualche curiosità prima di cominciare

La parola “Parquet” in origine diminutivo di “Parc” ovvero parco, è diventata nel corso del tempo un modo per indicare la sala in cui avvengono le riunioni. Per rimanere in tema Versailles, la sala riunioni di Luigi XIV situata proprio nella reggia, veniva chiamata Parquet e possedeva un pavimento in legno. La parola che oggi tutti conosciamo, probabilmente, deriva proprio dalla sala riunioni della famosa reggia francese.

Il parquet versailles

Con parquet versailles, oggi, si fa riferimento a una particolare tipologia di pavimento in legno che imita quelle antiche, risalenti al quattordicesimo e quindicesimo secolo. Questo parquet è costituito da pannelli di legno quadrati che possiedono al loro interno un intreccio diagonale. Praticamente è come se all’interno di una cornice fossero collocate delle piccole lame in legno intrecciate diagonalmente.

Questo tipo di pavimentazione, in origine, era stato ideato per ricostruire il pavimento della sala delle guardie del re di Francia nel 1693 e da allora è diventato un particolare modo di creare parquet.

Caratteristiche del pavimento

Il parquet versailles può essere realizzato con diverse essenze, per cui può essere di vari colori e solitamente è possibile trovarlo prefinito, già pronto in quadrati abbastanza pratici da montare. Un ottimo materiale con cui solitamente viene costruito è la quercia, prodotta direttamente in Francia e spedita in tutto il mondo. Ma, oltre a questa essenza, lo possiamo trovare realizzato con molti altri tipi di legno, dal prezzo e dalle caratteristiche intrinseche variabili.

Per quanto riguarda la cura e la manutenzione è uguale a tutti gli altri tipi di parquet: necessita di essere pulito quotidianamente con un panno ben strizzato e può essere trattato con prodotti appositi per mantenerlo inalterato nel tempo.

Da notare è che il parquet versailles imita lo stile antico ma non è per forza realmente antico. Si basa sui disegni geometrici dei secoli scorsi ma non è realizzato veramente con materiale proveniente dai tempi addietro. Questo le rende un modello abbastanza costoso ma non come i pavimenti antichi. Nel caso della pavimentazione versailles prefinita abbiamo uno strato superficiale di legno nobile e uno stato sottostante che può essere di vari tipi di legno come l’abete, con spessore e grandezze variabili.

Prezzi del parquet versailles

Molto dipende dall’essenza che decidiamo di utilizzare per ricoprire la superficie dell’ambiente. Un parquet versailles in rovere, ad esempio, ha un prezzo che si aggira intorno ai 90 euro per metro quadro, cifra notevolmente superiore al normale rovere in tavole. Se si desidera utilizzare legno di recupero, davvero antico, il prezzo sale vertiginosamente e si aggira intorno ai 180 euro per metro quadro (sempre con essenza di rovere).

Parquet versailles in rovere
Parquet versailles in quercia

Cambiando essenza e passando alla quercia, anche in questo caso, abbiamo prezzi davvero molto alti. Per fare un esempio, un metro quadro di Quercia Toscana da verniciare in opera, costa circa 230 euro. Già verniciata e quindi solo da posare senza ulteriori lavori costa 250 euro al metro quadro. Cifre non proprio alla portata di tutte le tasche ma dalla resa finale molto elegante e particolare. Un tipo di parquet adatto soprattutto ad ambienti di classe, con mobilio abbinato per ricreare un ambiente regale, degno di un re di Francia.