Piastrelle effetto legno e parquet: esempi, informazioni, fotografie, costi

23
views

Vorresti il parquet in casa tua ma i prezzi ti sembrano troppo elevati? Oppure ritieni che per via di alcuni fattori  non possa essere installato? Esiste un’ottima soluzione in grado di risolvere il problema, che può fare al caso tuo. In questo modo avrai una specie di parquet senza i problemi collegati al legno ma dall’identica resa visiva.

Questa soluzione è costituita dalle piastrelle che assomigliano in tutto e per tutto al legno ma che hanno dei vantaggi in più in termini economici e di praticità. Uno dei materiali maggiormente usati per questo scopo è il gres, un validissimo sostituto che sembra identico al legno, tanto che la differenza (se non si è proprio dei veri esperti) non si nota neanche.

Piastrelle effetto legno: il gres porcellanato

Quello in foto sembra un bellissimo parquet in un’altrettanto bella cucina. In realtà, però, legno ce n’è ben poco. Quello che vedi, infatti, è gres porcellanato, un particolare tipo di ceramica che è in grado di simulare il legno (ma anche il marmo, la pietra e il cemento).

Il gres è un materiale molto utilizzato ed amato, collocabile in tutti gli ambienti, dalla cucina al bagno. Le piastrelle in ceramica compatta sono composte da due strati: il primo è chiamato supporto e conferisce alla piastrella la resistenza, mentre il secondo è costituito da uno strato smaltato, in grado di migliorare di gran lunga la sua estetica. E’ proprio lo strato superficiale quello che fa sembrare il pavimento identico ad un vero parquet in legno pregiato.

Lo smalto, comunque, non è d’obbligo. Il gres può essere utilizzato anche senza e risulta comunque molto gradevole alla vista.

Le caratteristiche del gres

Il gres, come detto in precedenza, è un materiale estremamente versatile in grado di adattarsi perfettamente a tutte le stanze. Lo possiamo utilizzare in bagno, in cucina e in tutta la casa al contrario del parquet vero e proprio che è sconsigliato in bagno (anche se, con le giuste precauzioni, può essere messo ovunque). Può essere impiegato anche per uso esterno, e non è insolito trovarlo nei giardini, nelle verande o intorno alle piscine.

Inoltre è molto resistente sia agli agenti chimici sia all’usura e al tempo. Resiste perfettamente anche agli agenti atmosferici se desideriamo che sia esterno e non interno alla casa. Oltre a questo è anche antiabrasione, se calpestato non si rovina minimamente, non cigola e non scricchiola  (cosa che il parquet in legno fa, soprattutto se a posa inchiodata). Un altro grande vantaggio è quello di essere resistente al fuoco e al gelo. In più è anche un materiale ecologico perchè il suo particolare processo di produzione non richiede l’uso di impermeabilizzanti chimici, un vantaggio in più sia per noi che per l’ambiente.

La posa e la manutenzione

Per installare il gres porcellanato in casa propria, o in un ambiente esterno, la posa avviene tramite incollatura. Se non si è degli esperti è consigliabile affidarsi ad un professionista, onde evitare di non lasciare il giusto spazio tra una piastrella e l’altra o di non procedere bene durante la successiva pulizia, magari lasciando della colla.

Per pulire il pavimento, invece, le operazioni sono molto semplici. Basta comprare un prodotto che sia adatto alla ceramica. Per macchie particolarmente difficili esistono in commercio prodotti appositi per il gres porcellanato, che vanno utilizzati a contatto diretto con la superficie senza il bisogno di mischiare con l’acqua.

Il prezzo del gres

Rispetto al parquet il prezzo è di molto inferiore. In media al metro quadro costa circa 15 euro, rispetto ai 20 (indicativi) del legno meno pregiato in commercio. Inoltre, non avendo bisogno di particolare manutenzione in tempi successivi alla posa, ci consente di risparmiare anche sul lungo raggio.