Come pulire e trattare il parquet con metodi naturali: guida completa

19
views

Il parquet è un tipo di pavimento molto delicato: la maggior parte degli utenti può pulire il proprio pavimento con qualsiasi prodotto, dall’alcool all’acqua e sapone. Il parquet, invece, richiede cure specifiche che non sempre sono facili da mettere in atto: la pulizia deve essere quasi quotidiana e deve essere svolta con metodi appositi. Nella guida di oggi vogliamo dirvi tutto quello che c’è da sapere su come pulire e trattare il parquet, vedremo le soluzioni più classiche ma cercheremo anche dei metodi alternativi e naturali. Se siete interessati a pulire il vostro parquet rispettando la natura, la guida di oggi potrebbe fare al caso vostro: buona lettura!

Prima di iniziare questa guida ci teniamo a sottolineare due aspetti fondamentali della pulizia del parquet, senza i quali qualsiasi tipo di soluzione, naturale o meno, non sarà efficace:

  • Costanza: nella pulizia del proprio parquet bisogna essere costanti. Stiamo parlando di almeno una pulizia al giorno per le stanza più utilizzate, mentre per le stanze meno utilizzate una pulizia a settimana dovrebbe bastare;
  • Pazienza: la pulizia del parquet richiede molto tempo ed energie, per questo motivo ci teniamo a ricordare che serve una buona dose di pazienza se si vuole ottenere un risultato soddisfacente.

Manutenzione ordinaria

La manutenzione ordinaria del parquet è molto semplice da comprendere e mettere in pratica. Si tratta, in poche parole, di rimuovere i residui accumulati sulla superficie del pavimento di legno. Potenzialmente, quindi, dovremo rimuovere polvere, peli di animali domestici, polveri alimentari e così via.

Ovviamente per pulire questi residui non occorre far altro che utilizzare un panno in microfibra. Per ottimizzare i tempi si può optare per un panno in microfibra dalle dimensioni abbondanti, fissato su una scopa. I panni elettrostatici catturano la polvere e i residui in modo migliore.

La soluzione più “naturale” che possiamo consigliare per questa operazione così semplice è la scopa con setole naturali. Solitamente questo tipo di utensili ha setole molto fini e delicate, che non possono graffiare la superficie del parquet.

Pulizia settimanale

La pulizia settimanale del parquet è l’operazione che, per frequenza e durata, assorbirà la maggior parte del vostro tempo. La pulizia settimanale va eseguita più frequentemente nelle stanze della casa che sono soggette a maggior uso. 

In poche parole, la pulizia settimanale serve per rimuovere lo sporco dal legno: macchie, residui e qualsiasi segno dell’utilizzo che potrebbe risultare antiestetico.

La pulizia settimanale del parquet può essere molto naturale, dato che ci basterà usare un panno ben strizzato e molto olio di gomito per rimuovere le macchie.

Per le macchie più ostinate, invece, è inutile inventare soluzioni fatte in casa dalla dubbia efficacia: sempre meglio affidarsi ad un buon detersivo per pavimenti specifico per il legno: è l’unico modo per assicurarsi la buona riuscita della pulizia. 

Nella grande maggioranza dei casi si consiglia l’uso di acqua tiepida, non calda e si sconsiglia l’utilizzo di qualsiasi prodotto aggressivo come alcool o ammoniaca. 

 Una volta lavato il pavimento, dovremo aspettare che si asciughi (processo breve dato che dovremo usare una quantità minima di acqua) per poi poter lucidare il legno. La lucidatura può essere eseguita senza additivi con l’uso esclusivo di un panno di cotone seguendo le venature del legno.

Manutenzione straordinaria

La manutenzione straordinaria è quella da eseguire quando il parquet subisce danni più o meno gravi. Questo significa che l’auspicio è quello di eseguire il meno possibile la manutenzione straordinaria.

Purtroppo non possiamo entrare nel dettaglio di questo procedimento per due motivi: sarebbe monopolizzante della guida e varia per ogni tipo di parquet. Inoltre, per quanto riguarda i rimedi naturali, non possiamo dire molto perché la manutenzione speciale si basa proprio sull’utilizzo di speciali prodotti per “coprire” eventuali difetti del parquet.

Manutenzione con prodotti protettivi

Arriviamo, a questo punto, all’ultimo esercizio di manutenzione che occorre obbligatoriamente eseguire su qualsiasi pavimento in legno: la manutenzione con prodotti protettivi.

Questo tipo di manutenzione si basa sull’utilizzo di oli, cere e altri prodotti per mantenere sano il parquet. La manutenzione con prodotti protettivi va effettuata in media una volta ogni tre mesi e la quantità di prodotto utilizzata è pochissima, specialmente quando si conoscono bene le dosi necessarie per un lavoro ben fatto. Alcuni dei prodotti comunemente utilizzati per sanificare il legno sono naturali, altri invece sono di produzione industriale. Tuttavia l’impatto ambientale della manutenzione con prodotti protettivi è minima, dato che potrete usare pochissimo prodotto ed ottenere comunque un buon risultato.

Con questo ultimo paragrafo andiamo a concludere la nostra guida con tutto quello che serve sapere su come pulire e trattare il parquet. Avrete avuto modo di notare che le soluzioni naturali non sono molte, ma questo non significa che l’impatto ambientale delle soluzioni non naturali sia maggiore: ricordate, spesso le soluzioni naturali richiedono processi di produzione complessi che possono far alzare sia il prezzo del prodotto, sia l’impatto ambientale. Detto questo, vi auguriamo buona fortuna con la pulizia del vostro parquet!