Come togliere i segni e graffi dal parquet rovinato o rigato

20
views

Il parquet, soprattutto se vissuto, aumenta notevolmente il suo fascino. Si arriva a un punto dove, però, troppi segni possono minarne la bellezza facendolo risultare eccessivamente rovinato e poco piacevole alla vista. Esistono dei trucchi e dei metodi che possono risolvere questo fastidioso problema, indipendentemente dal tipo di legno. All’interno di questo articolo vedremo come fare per eliminare segni e graffi in maniera definitiva, per ottenere un parquet come nuovo (o quasi!).

Modi per eliminare segni e graffi dal parquet

I motivi per cui un parquet può graffiarsi o rovinarsi con vari segni sono tanti. É possibile che sia stato spostato un mobile pesante senza sollevarlo ma trascinandolo, o che sia caduto qualche oggetto e che abbia strisciato sul pavimento. Qualunque sia il motivo è probabile che sul nostro parquet si siano formati diversi graffi con profondità variabili e differenti. Per fortuna, in questo caso, non siamo costretti a eliminare tutto e comprare un parquet nuovo. Esistono alcuni metodi per riparare i danni e rendere le righe o i segni meno visibili, oppure per farli scomparire del tutto con un po’ di olio di gomito e fortuna. Vediamo i principali:

  • Pennarelli per legno
  • Smalti, vernici e prodotti per parquet
  • Levigatura leggera con la cera
  • Lamatura

Nei paragrafi successivi tratteremo uno per uno tutti questi metodi per riparare le parti danneggiate del proprio parquet.

I pennarelli per legno

Si possono utilizzare quando il graffo o il segno da trattare è poco profondo e non necessita di un intervento troppo invasivo. In commercio ne esistono molti, di vari colori studiati in base a quelli delle differenti essenze, per coprire al meglio il graffio senza che si noti nessuna differenza cromatica con il resto del parquet. Si possono trovare in falegnameria, nei negozi dedicati al bricolage oppure nei ferramenta. Per fare un buon lavoro basta pulire bene il graffio con un panno leggermente umido, testare precedentemente che il colore sia adeguato e poi passarlo sul graffio alcune volte. Una volta fatto questo si può applicare un leggero strato di vernice protettiva. La cosa più importante è essere sicuri che il pennarello sia del colore giusto e applicarlo in maniera leggera per evitare che ci sia una differenza troppo evidenti. Quindi è meglio testarlo prima sul legno in un punto invisibile, dove non può fare grandi danni.

Smalti, vernici e prodotti per parquet

Una maniera molto semplice per rimediare a graffi e segni è l’oliatura, da applicare solo se il parquet è stato trattato nello stesso modo dopo la posa. La tecnica dell’oliatura, infatti, consente di riparare piccole porzioni di parquet senza oliare nuovamente tutta la superficie. In questo caso basta concentrarsi sulla zona danneggiata e applicare un nuovo strato di olio che riparerà i graffi, andrà ad agire in profondità nel legno e lo proteggerà in futuro.

In caso di verniciatura, invece, è necessario passare la vernice in tutta la stanza, anche se il problema è circoscritto a una piccola zona. In alternativa a questo esistono altri prodotti, ideati apposta per rimediare agli antiestetici graffi e segni. Ne sono degli esempi i sigillanti, la ceralacca o i vari tipi di vernici poliuretaniche. É possibile recarsi da un ferramenta, esporgli il problema e chiedere consiglio su quale prodotto sia migliore e sul modo più adeguato di applicarlo per non creare danni. In linea di massima, comunque, è necessario pulire bene la zona graffiata con un panno leggermente umido, attendere che sia completamente asciutta e in un secondo momento applicare la vernice con un pennarello dalla punta abbastanza fine. In questo modo sarà possibile coprire i segni nascondendo quasi totalmente la loro presenza. Questa tecnica è applicabile solo per graffi non troppo profondi e, in caso contrario, bisogna effettuare una vera e propria lamatura del legno, come vedremo fra poco.

Una soluzione molto veloce consiste nello spray per eliminare i graffi. Basterebbe spruzzarlo sulla superficie e il graffio, nel giro di poco tempo, dovrebbe sparire. Anche in questo caso, però, bisogna prestare attenzione che non sia di una tonalità diversa o che non contenga qualche agente in grado di danneggiare il nostro specifico tipo di legno. Come accade per il pennarello, quindi, è utile testarlo in un angolo della casa poco visibile dove potremmo immediatamente notare se c’è qualche reazione anomala.

Se tutto questo non dovesse ancora bastare, possiamo tentare l’accoppiata carta vetro più prodotto. Basterà passare la carta vetro a grana molto fine sulla superficie dove è presente il graffio, spruzzare il prodotto, spennellarlo e attendere il tempo necessario per fare effetto.

Levigatura leggera del legno con la cera

Ancora, un altro modo per eliminare i graffi, questa volta leggermente più profondi, è la levigatura con la cera. Presso i ferramenta è possibile comprare dei bastoncini di cera che servono apposta per questo tipo di piccole riparazioni. Come nei casi precedenti sarà necessario pulire bene la superficie da trattare, con un panno, acqua e un prodotto neutro per legno. Una volta passato il panno imbevuto leggermente di acqua e prodotto si procederà asciugando la superficie con un panno asciutto. Dopo si potrà strofinare il bastoncino di cera nella zona graffiata e aspettare che si asciughi (in un tempo variabile di 10 o 15 minuti). Poi si lascerà riposare la cera per un paio di giorni per lucidarla quando sarà pronta e applicare un prodotto protettivo a lavoro terminato. In questo modo il parquet sarà levigato in maniera semplice e naturale.

Lamatura

Quando non c’è proprio nulla da fare perchè i segni sono troppi e troppo profondi rimane solo la soluzione della lamatura. Essa consiste nel rimuovere lo strato superficiale del parquet tramite un’apposita macchina levigatrice. Bisogna sapere innanzitutto che la lamatura deve essere eseguita, di norma, ogni 10 o 15 anni. In secondo luogo che le lamature non possono essere infinite perchè, dopo varie volte, il parquet si consuma troppo, diventa estremamente sottile e quindi inutilizzabile. Per eseguirla, inoltre, è necessario l’intervento di una ditta specializzata che possieda le competenze e i macchinari necessari per svolgerla in maniera corretta facendo diventare il parquet di nuovo splendente.